Le pietre d'inciampo a Padova

Questo sito, nella forma di un limitato e agile strumento, cerca di informare sulle pietre d'inciampo a Padova, raccogliendo in un unico spazio il costante e prezioso lavoro di ricerca storica che su questa vergognosa pagina della nostra storia compiono da anni alcune persone. In particolare, Mariarosa Davi e Sara Parenzo, che continuano ad essermi sempre di aiuto e di riferimento con la loro generosa disponibilità.
L'ho realizzato nel gennaio 2018, come momento conclusivo del mio percorso di Alternanza Scuola-Lavoro, compiuto come allieva del Liceo Classico “Tito Livio” di Padova presso il Museo della Padova Ebraica e durato un anno, nel corso del quale la direttrice del Museo e mia tutor Simonetta Lazzaretto mi ha sempre seguita e stimolata. Ai miei ringraziamenti per lei, volentieri aggiungo quelli per Chiara Marangoni, Giorgia Gammino e Arianna Baù, guide del Museo.
Conclusa, con la Maturità Classica, nel 2019, l'esperienza dell'Alternanza, e incoraggiata a continuare, ho deciso di mantenerlo in attività e di aggiornarlo ogni volta che nuove pietre vengono posate nel selciato di Padova.
A partire dal gennaio del 2020, ho scelto di elencare le vie secondo il criterio cronologico della posa delle pietre piuttosto che quello originario della loro vicinanza.
È inoltre presente una versione del sito in lingua inglese, curata da Antonella Ortis, instancabile collaboratrice del Museo e una in lingua ebraica, curata da Yoel Naouri, medico israeliano, che si è laureato a Padova e qui ha insegnato dal 2014 al 2019 lingua ebraica presso la Comunità Ebraica di Padova.

Ho letto le storie delle vittime padovane della Shoah in questi libri:

• Mariarosa Davi (a cura di), ”Alunni di razza ebraica”. Studenti del Liceo-Ginnasio “Tito Livio” sotto le leggi razziali, Padova, 2010.
• Mariarosa Davi e Giulia Simone (a cura di), Giacomo Levi Civita e l'ebraismo veneto tra Otto e Novecento, Padova University Press, Padova, 2015.
• Claudia De Benedetti (a cura di), Il cammino della speranza. Gli ebrei a Padova, Edizioni Papergraf, Padova, 2000-5760.
• Teo Ducci, Un tallèt ad Auschwitz, Casa Editrice Giuntina, Firenze, 2000.
• Sara Parenzo, Il posto delle capre. Una storia familiare, Cierre edizioni, Verona, 2012 (2014, prima ristampa).
• Francesco Selmin, Nessun "giusto" per Eva. La Shoah a Padova e nel Padovano, Cierre edizioni, Verona, 2011 (2012, seconda ristampa).
• Patrizio Zanella, Maria Lazzari. Storia di una deportata antifascista, Edizioni Messaggero Padova, Padova, 2020.

Concludo questa nota con un sentito ringraziamento a coloro che mi hanno concesso l'utilizzo delle foto di loro proprietà, particolarmente a Gadi Luzzatto Voghera, direttore della Fondazione CDEC, che autorizzandomi a pubblicare le prime foto, mi ha permesso di dare avvio a questa esperienza.

Padova, 21 aprile 2020

Sofia Martinello